COMUNICAZIONI | VIA LIBERA AL SERVIZIO MENSA PER LE AZIENDE NEI RISTORANTI E NEI BAR. «NON BASTA, IL SETTORE È AL COLLASSO»

/
Giordano Ferrarese, presidente provinciale di Fipe, insiste sulla immediata necessità di ristori e risarcimenti adeguati sull’azzeramento di tasse e imposte a carico degli esercenti per tutto il 2021. «Solo così potremo evitare la catastrofe»

COMUNICAZIONI | CONFCOMMERCIO LOMBARDIA: SE I NUMERI LO CONSENTONO, TORNIAMO SUBITO IN ZONA GIALLA PER RIAPRIRE BAR E RISTORANTI

/
Se i numeri lo consentono, e dalle ultime indicazioni Rt sembrerebbe di sì - occorre tornare al più presto in zona gialla per far ripartire anche ristoranti e bar

COMUNICAZIONI | LOMBARDIA IN ZONA ARANCIONE DA DOMENICA 24 GEANNAIO. BAR, RISTORANTI, APERTURE NEGOZI E SPOSTAMENTI: ECCO LE REGOLE

/
La Lombardia da domani, domenica 24 gennaio, torna in “zona arancione”, così come disposto nell’ordinanza firmata dal ministro alla Salute Roberto Speranza

NEUROMARKETING NEI SERVIZI: ESPERIENZA

/
lunedì 25 gennaio 2021, ore 13.30-15.30

COMMENTI | «IL MONDO DEL COMMERCIO HA FATTO SENTIRE LA SUA VOCE IN PIAZZA. ORA SUBITO AIUTI CONCRETI»

/
Dopo i flash mob a Busto e Gallarate, Confcommercio provincia di Varese insiste: «A Stato e Regione chiediamo riaperture immediate e ristori adeguati alle perdite subite».

COMMENTI | «LA ZONA ROSSA PUÒ INFLIGGERE IL COLPO FINALE AL SETTORE DELL’ABBIGLIAMENTO E DELLE CALZATURE»

/
Giorgio Angelucci, presidente provinciale di Federmoda e di Uniascom lancia l’allarme: «Il nuovo provvedimento compromette la stagione dei saldi. Anche nella nostra provincia migliaia di posti di lavoro a rischio»

COMMENTI | FIPE PROVINCIA DI VARESE CONTRO LA PROTESTA #IOAPRO: «GRAVE ERRORE VIOLARE LA LEGGE»

/
Il presidente Giordano Ferrarese mette in guardia: «Attenzione all’effetto boomerang per l’intero settore. Anche i clienti rischiano sanzioni fino a 1.000 euro e denunce penali»

COMMENTI | CONFCOMMERCIO PROVINCIA DI VARESE: «ABBIAMO FATTO LA NOSTRA PARTE, MA ADESSO LE ATTIVITÀ DEVONO RIAPRIRE»

/
I presidenti delle cinque Ascom in vista dei nuovi provvedimenti denunciano una situazione non più sostenibile.